La bellezza viene percepita in base a criteri che non rispondono alla nostra soggettività, al contrario ciò che ci attrae obbedisce ad una precisa formula matematica e ad un equilibrio fatto di proporzioni esatte.

La cosiddetta “sezione aurea” è il paradigma a cui appartiene ogni elemento giudicato “armonioso” e ogni popolo, cultura o contesto sociale genera la “sua percezione estetica” in base a molteplici fattori che la influenzano.

Un viaggio attraverso i continenti per scoprire come il concetto di bellezza possa cambiare in relazione all’ambiente in cui si sviluppa e alle differenti matrici culturali, un’indagine che cerca di dare risposta a domande remote e ancestrali che forse non ne hanno una.