Sanremo 2021: il glam rock di Achille Lauro

In questa edizione gli artisti si sono dovuti esibire di fronte ad un Ariston vuoto, senza pubblico e sotto gli occhi esperti della sola orchestra e degli ospiti di Rai Radio 2.

La prima serata del Festival ci ha già regalato look e make up dal grande impatto visivo che rimandano ad icone di stile senza tempo inaugurando una serie di esibizioni che continueranno ad incantarci fino alla finale di Sabato 6 marzo.

A rubare la scena è stato senza dubbio il GLAM ROCK dei Maneskin e del protagonista indiscusso Achille Lauro.Il gruppo di giovani talenti e dal successo ormai consolidato ha interpretato il tema in una chiave sicuramente più dark rispetto al cantante trasformista, forse meno invadente e più elegante ma comunque dall’ espressività estrosa.

Achille Lauro è riuscito invece ancora una volta a sorprendere il suo pubblico confermandosi come il personaggio del momento, e chissà quante altre volte riuscirà a lasciarci senza parole con la sua genialità eclettica.

Con un makeup firmato da Simone Belli e Maddalena Brando e un look in collaborazione con Gucci, Lauro è riuscito a ricreare il fascino della pellicola Velvet Goldmine del 1998 e tra piume e glitter ha incarnato alla perfezione il personaggio di Brian Slade ispirato alla vita di David Bowie e al suo periodo glam.

Lo sguardo incorniciato da uno smokey intenso sui toni del blu e dell’argento, sfumato fino alle tempie, una pioggia di glitter sulla palpebra mobile e sulla rima inferiore dell’occhio, labbra riflettenti a base completamente silver, sopracciglia coperte e una base priva di ombreggiature evidenti; tutto in linea con una nail art esagerata e una parrucca a mullet turchese. I prodotti utilizzati sono tutti firmati Gucci Beauty. 

A completare il look una tuta intera interamente ricoperta di paillettes argentate e celesti, un collare di piume rosa e degli stivali platform in pelle argento.

Infine durante l’esibizione il cantante piange anche lacrime di sangue per raccontare attraverso il make up un messaggio che ci viene svelato solo alla fine della performance lasciandoci per tutta la durata del pezzo col fiato sospeso.

“Sono il Glam rock. Sono un volto coperto dal trucco.La lacrima che lo rovina. Il velo di mistero sulla vita. Sono la solitudine nascosta in un costume da palcoscenico. Sessualmente tutto. Genericamente niente. Esagerazione, teatralità, disinibizione. Lusso e decadenza. Peccato e peccatore, Grazia e benedizione. Un brano che diventa nudità.”

Se anche tu non vuoi perderti le ultime news sui fashion look delle Star di Sanremo, allora questo articolo fa al caso tuo.

di Agnese De Martis

Vuoi entrare nel mondo di REA Academy?

Scopri i nostri corsi di Make up